Gli ormoni sono messaggeri chimici speciali che controllano la maggior parte delle funzioni corporee principali: dai semplici bisogni fondamentali come l’appetito, a funzioni più complesse che vanno dalla riproduzione al nostro umore.

 Da una corretta attività ormonale dipende la nostra vita quotidiana. 
Alcune volte le irregolarità ormonali possono essere influenzate da fattori ambientali, stress, cattiva alimentazione o malattie. Uno squilibrio ormonale presenta vari sintomi, la cui gravità dipende dal tipo di squilibrio. 
Alcuni di questi sintomi possono includere: depressione, ansia, acne e altri disturbi della pelle, aumento di peso, ciclo irregolare, perdita del tono muscolare, scarsa libido, perdita di capelli o irsutismo (crescita di peli in eccesso), malattie digestive: IBS, costipazione, diarrea, gonfiore, infertilità, fibromi.

Il juicing, o l’arte di preparare i succhi, offre, come abbiamo visto, tanti benefici.

 Le sostanze nutritive contenute nei succhi preparati con l’estrattore sono altamente assorbibili e formano un cocktail concentrato di antiossidanti, minerali e vitamine facilmente digeribili. 
E’ per questo che, in molti casi, si riesce a migliorare la propria salute in modo mirato, con l’uso di determinati nutrienti, sia essa a livello digestivo, immunitario o, come vedremo in seguito, a livello ormonale. 

Alcuni alimenti, in particolare, promuovono la disintossicazione del fegato e possono contribuire a legare ed espellere gli ormoni in eccesso favorendo un sano equilibrio. 
Broccoli e altre verdure crocifere come il cavolfiore, i cavolini di Bruxelles, il cavolo e il cavolo riccio, contengono elevate quantità di fitonutrienti chiamati isotiocianati, compreso l'indolo-3-carbinolo, che aiuta a ridurre gli estrogeni nocivi e a proteggere dai tumori dell’apparato riproduttivo.

 La curcuma e lo zenzero possono aiutare a sostenere la funzionalità epatica e l’equilibrio ormonale. 
Lo zenzero agisce come forte antinfiammatorio e la curcuma aiuta ad inibire la crescita delle cellule endometriali modulando la secrezione di estrogeno. 

Frutta e verdura, in generale, sono molto efficaci per migliorare la fertilità e per ridurre i sintomi della sindrome premestruale (PMS).

Ingredienti

Gli ingredienti per questo preparato sono i seguenti:

    •    2 cetrioli di media grandezza1 m
    •    anciata di foglie di basilico1
    •    1 ramoscello tenero di broccolo1 foglia di
    •    1 cavolo (meglio se cavolo rosso
    •    1 foglia intera di cavolo riccio
    •    ½ cucchiaino di curcuma in polvere da aggiungere al succo una volta pronto

Procedimento

1. Elimina le estremità dei cetrioli. Poi tagliali per la lunghezza in moda da formare dei “bastoncini”.
2. Taglia il broccolo a pezzettini di circa 2 - 3 cm
3. Rompi grossolanamente le foglie di cavolo rosso e riccio.
4. Alterna i vari ingredienti nell’estrattore di succo, avendo l’accortezza di inserirli lentamente per dare modo all’estrattore di estrarre al meglio i principi nutritivi.
5. Nel succo ottenuto aggiungi la curcuma in polvere e mescola delicatamente.
Bevi il succo ottenuto immediatamente. Puoi aggiungere dei cubetti di ghiaccio per renderlo più piacevole, soprattutto se bevuto nella stagione calda.
Da assumere principalmente alla mattina. E' indicato anche durante la giornata, magari diluito in una bottiglia di acqua.

Proprietà nutrizionali del succo vivo per equilibrare gli ormoni


I CETRIOLI

Benefici sugli ormoni
Studi recenti hanno dimostrato che i cetrioli contengono potenti lignani che legano con batteri estrogeni-correlati nel tratto digestivo, contribuendo così a ridurre il rischio di vari tumori, come quello al seno, utero, ovaie e della prostata.

 I cetrioli sono un alimento ricco di sostanze nutritive come le vitamine A, C, K, magnesio, silicio, potassio e manganese. Inoltre contengono un’elevata quantità di antiossidanti e enzimi come l’erepsina, che aiuta a digerire le proteine e distruggere parassiti, in particolare la tenia, svolgendo quindi un azione protettiva sul tratto intestinale.

 
Il cetriolo, essendo composto per il 95% di acqua, favorisce l’azione diuretica e aiuta a sciogliere eventuali depositi di acido urico che favoriscono la formazione dei calcoli renali.

 Inoltre, essendo un alimento ricco di proprietà idratanti, i cetrioli sono stati utilizzati come un rimedio naturale contro il mal di testa. 
Questo, perché, uno dei possibili fattori scatenanti per le emicranie è la disidratazione e molti studi dimostrano che i cibi ad alto contenuto di acqua e magnesio, come appunto il cetriolo, hanno un effetto idratante e riequilibrante dei fluidi corporei. 
Infine ha un’azione, quindi indicata per condizioni come gastrite, acidità, l’indigestione e le ulcere.
 Gli elettroliti contenuti nel cetriolo fanno sì che l’idratazione arrivi profondamente nelle cellule e nei tessuti.
 Ricordo inoltre che questo prezioso alimento ha proprietà altamente alcalinizzanti ed è ricco di silicio, promuovendo quindi un’azione benefica e rafforzante anche su capelli e unghie.

BROCCOLI

Ricco in vitamina K, C, A, B6 e folati, ma anche manganese, magnesio, potassio, fosforo e calcio. Non ci sorprende sapere, quindi, che il consumo di broccoli apporta numerosi benefici alla nostra salute.
 In particolare sul cuore e sul cervello aiutando a prevenire infarti, a mantenere le arterie libere e ad equilibrare il colesterolo e la pressione sanguigna elevata.
 E’ inoltre un valido aiuto alla nostra bellezza, contenendo alte quantità di vitamina A, i broccoli contribuiscono a mantenere la nostra pelle tonica e a salvaguardare i nostri occhi e il fegato.

 

Il sulfarano, un altro isotiocianato e potente fitochimico contenuto in alte quantità nei broccoli, aiuta a combattere le tossine nel nostro organismo. Oltre a promuovere la salute del cuore, gli alimenti ad alto contenuto di fibra aiutano a mantenere il nostro tratto intestinale sano e a prevenire la costipazione. I solforafani isotiocianati, inoltre, combattono i batteri nocivi all’interno dell’intestino e prevengono l’ossidazione che, di nuovo, può portare infiammazione agli organi digestivi.

 Degli studi condotti dalla Divisione di Farmacologia Clinica presso l’Università di Scienza di Tokyo hanno scoperto che alimentando dei topi con una dieta ad alto contenuto di broccoli, avveniva una riduzione della colonizzazione batterica gastrica, una minore espressione della crescita tumorale e di infiammazione e una maggiore attività antiossidante. Le verdure crucifere sono legate ad un rischio ridotto di tumori del seno e del collo dell’utero, aumentano, infatti, il rapporto tra gli estrogeni “buoni” (non legati alla crescita del cancro) e riducono il tipo potenzialmente nocivo.


CAVOLO RICCIO


Il cavolo riccio è un altro alimento contenente molta fibra, quindi un altro prezioso alleato per il nostro tratto intestinale. È anche ricchissimo di nutrienti, vitamine, folati e magnesio.

 Il consumo regolare di fibra ha dimostrato essere in grado di ridurre il cortisolo, il principale ormone dello stress, stabilizzare l’insulina e lo zucchero nel sangue e abbassare l’estrogeno cattivo.

 
Il cavolo riccio è ricco di vitamina C e di ferro, essenziale per la formazione di emoglobina ed enzimi, il trasporto di ossigeno a varie parti del corpo, la crescita cellulare e la funzionalità epatica.

 Questo alimento contiene inoltre calcio e vitamina K, necessaria per la salute delle ossa e per una corretta coagulazione del sangue, antiossidanti, come carotenoidi e flavonoidi, che aiutano a proteggere da diversi tipi di cancro. 

Il cavolo riccio è ricco di vitamina A, essenziale per la salute degli occhi e della pelle. Questo prezioso profilo nutrizionale rende questo alimento un eccellente alleato del nostro sistema immunitario e del nostro metabolismo.

 
Le proprietà antinfiammatorie di questa varietà di cavolo sono dovute agli acidi grassi omega-3, che aiutano a combattere l’artrite, l’asma e i disturbi derivanti da una ridotta difesa immunitaria.

 
Il contenuto di fibre e di zolfo rendono il cavolo riccio un valido alimento disintossicante, aiutando, in questo modo, a mantenere il fegato sano.

Anti tumorale
Un’ altra preziosa sostanza contenuta nel cavolo riccio, così come in altre pinte appartenenti alle crucifere, è il sulforafane. Studi hanno dimostrato che questo prezioso fitochimico aiuta a combattere la formazione di tumori a livello molecolare.


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: