Gli effetti afrodisiaci dell’estratto di anguria

L'anguria contiene numerosi nutrienti preziosi per la salute, come la citrullina o il potassio. Entrambi questi elementi però sono contenuti soprattutto nella parte bianca, cioè nella scorza dell’anguria. Quindi per rendere disponibili in modo determinante queste due preziosissime sostanze è necessario estrarle dalla parte bianca ed il modo più facile è quello di munirsi di un estrattore di succo. Se poi l’estrattore è di quelli inferiori ai 50 giri, esso sarà molto più efficace nell’attivazione degli enzimi, più che mai fondamentali nelle reazioni che riguardano le importanti attività già citate. Ottima per esempio l’associazione di questo estratto con mela, zenzero e rapa rossa cruda.

Utile ricordare ancor di più che grazie a circa il suo 93% di acqua alcalina di cui è composta l’anguria, questa ricopre un ruolo fondamentale non solo nella salute delle vie urinarie e renali. L’anguria è sicuramente uno dei frutti più dissetanti e con le maggiori proprietà diuretiche, depurative e disintossicanti dell’organismo, per cui la sua assunzione può apportare benefici in caso di gonfiore dovuto a ritenzione idrica. Questo è uno dei tanti motivi che porta i migliori medici e nutrizionisti a consigliare un consumo minimo giornaliero di almeno un chilo di anguria e/o melone.

Il prezioso Betacarotene e il Licopene sembrerebbero anche essere coinvolti nella prevenzione dei tumori (specie quelli alla prostata dell’uomo e al seno nelle donne). In ogni caso è certa l’azione antinfiammatoria del licopene oltre che nel contrasto dei radicali liberi e quindi dell’ossidazione cellulare e dell’invecchiamento delle cellule stesse.

Oltre al già citato potassio gli altri minerali (magnesio, manganese, fluoro, rame, selenio, sodio, ferro fosforo e calcio) e le vitamine: vitamine A, tiamina (vitamina B1), riboflavina (vitamina B2), niacina (vitamina B3), B5, B6, vitamina C, vitamina E e J sono ottime per contrastare la stanchezza e per facilitare il reintegro dei liquidi e delle sostanze durante il periodo estivo.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry, condotto da un team di ricercatori dell’Università americana di Purdue, sarebbe in grado ti tenere controllato il peso corporeo, un modo naturale per mantenersi in forma e proteggere il cuore, sempre grazie alle proprietà della citrullina, ricca di proprietà benefiche per ridurre il colesterolo cattivo e contro l’ipertensione e le malattie cardiache.


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email:

A proposito di enzimi va anche ricordato che una buona soluzione all’indigeribilità dell’anguria (per questo cibo considerato cibo monofagico quindi che va digerito da solo) è quella di masticarne o estrarne i semi, che contengono proprio di enzimi utili alla digestione della stessa. Oltre a migliorare il processo di dimagrimento l’anguria se mangiata durante il giorno contribuisce a diminuire il senso di fame.

Un alleato degli atleti

Più studi recenti infine hanno rivelato che così come in alcune zucche, cetrioli e meloni, l’anguria presenta un effettivo potere di ridurre il dolore muscolare. La L-citrullina aiuta i muscoli a ottenere ossigeno più velocemente e questo favorisce la loro veloce riparazione. Questo unito alle varie proprietà antiossidanti migliora le prestazioni atletiche, soprattutto dopo un intenso allenamento, quando normalmente si avverte dolore a causa di piccole lacerazioni nelle fibre muscolari. Martha P. Tarazona-Díaz e colleghi dalla Università Politecnica di Cartagena bobybuilding (Spagna) hanno somministrato 500 ml di succo di anguria naturale (contenente 1,17 g di L-citrullina) ed estratto di anguria arricchito (4,83 g di L-citrullina, più 1,17 g di quello normalmente presenteciclismo nella polpa), a sette studenti di scienze dello sport sani (età media 22,7 anni). In questo caso non è stato verificato un miglioramento della cadenza di pedalata, ma entrambe le forme di succo hanno ridotto il dolore muscolare 24 ore dopo l’esercizio e ridotta la frequenza cardiaca di recupero.

Il potere afrodisiaco dell'anguria

L’ anguria aiuta i muscoli e aiuta a lenire i dolori grazie alla presenza dell’amminoacido l-Citrullina. Questo, da sempre considerato una molecola miracolosa per la cura dell’impotenza, è un amminoacido non essenziale. Il suo nome “citrullina” proviene dal termine latino che riconduce sia al cocomero che al cetriolo, così come curiosamente il termine anguria deriva dall’antico greco “aggourion” che riporta sempre al cetriolo. Proprio dall’anguria è stata isolata per la prima volta questa molecola e da qui è nata l’idea secondo la quale nell’anguria risiederebbero molte soluzioni di ogni disturbo sessuale maschile e non solo. Secondo un’altro studio a cura del Centro per il miglioramento di ortaggi e frutta dell’Università A&M del Texas sarebbe proprio l’anguria il vero “frutto della passione”, in grado di aumentare la libido e le prestazioni, tanto che si stanno studiando sia dei sostituti naturali del Viagra, sia delle modifiche genetiche, per poter disporre di più Citrullina direttamente nella polpa.

In realtà le asserite virtù afrodisiache in tutto questo hanno un fondamento sul fatto che la citrullina è un precursore della arginina, un altro amminoacido coinvolto nella sintesi dell’ossido nitrico. Attraverso la stimolazione dell’enzima guanilato ciclasi, l’ossido nitrico produce la vasodilatazione concorrendo in maniera determinante all’erezione. La citrullina inoltre è coinvolta nel complesso ciclo dell’urea e riveste un ruolo importante nelle difese immunitarie, attraverso l’azione di una notevole serie di importanti attività enzimatiche.

I Più Letti

Visit our blog

Prodotto aggiunto alla wishlist
Product added to compare.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy.