L'estrattore è un elettrodomestico molto sofisticato che lavora a bassa velocità di giri per ottenere succhi vivi e nutrienti. Per ottenere tutto questo si avvale di un particolare apparecchio chiamato coclea che, insieme al motore dell'estrattore, permette di spremere frutta e verdura per estrarne tutte le proprietà essenziali utili al nostro organismo.

L'importanza della coclea

La coclea è un elemento dalle dimensioni relativamente ridotte ma che assume un'importanza non indifferente: è infatti la parte fondamentale dell'estrattore di succo che lo differenzia da tutti gli altri prodotti di succo esistenti sul mercato, ovvero frullatori e centrifughe di qualsiasi genere.

Precisamente si tratta di una particolare vite posta al centro dell'apparecchio che schiaccia la frutta e la verdura che le passa attraverso. Questi vegetali vengono lavorati come se fossero pressati da un frantoio. In effetti il lavoro dell'estrattore è paragonabile proprio alla spremitura delle olive.

La coclea è inserita nell'estrattore per sostituire le lame presenti nei frullatori, che invece sminuzzano la frutta e la verdura producendo calore. Viene invece sfruttata la potenza della pressione per pressare i singoli alimenti.

Come funziona

La coclea è una parte abbastanza piccola rispetto all'intero estrattore, ma essenziale e determinante per il prezzo finale dell'elettrodomestico, che cresce e diventa più elevato rispetto all'offerta delle semplici centrifughe e frullatori.

Questo elemento è stato studiato per poter lavorare con facilità anche gli ingredienti più ostici. È possibile infatti inserire nell'estrattore frutta e verdura con la buccia e con piccoli semini, che verranno poi lavorati ed eventualmente scartati automaticamente. I noccioli più grandi, come quelli presenti nelle pesche o nell'avocado non possono però essere inseriti nell'apparecchio perché troppo difficoltosi da lavorare.

Gli ingredienti prima di essere inseriti devono essere lavati bene e tagliati a piccoli pezzi della forma adatta alla grandezza della bocca d'entrata, soprattutto gli alimenti più fibrosi come il sedano che altrimenti farebbero fatica ad essere lavorati.

Tipologie di coclee

La coclea è il cuore dell'estrattore, la parte fondamentale che lo distingue dalle centrifughe e dai frullatori. Ne esistono di diversi tipi sul mercato che determinano diversi tipi di estrattori, precisamente 3: coclea singola verticale, coclea singola orizzontale e coclea a doppio albero orizzontale.

La tipologia di estrattori che possiedono la coclea singola orizzontale sono elettrodomestici molto sofisticati e professionali che permettono di lavorare con facilità verdura a foglia e frutta di piccole dimensioni, riuscendo ad estrarne un ottimo succo vivo.

La coclea singola verticale invece è la tipologia più comune proprio perché più compatta e comoda per un uso domestico nonché meno ingombrante per essere utilizzata senza problemi in tutte le cucine. L'estrattore con questo tipo di coclea risulta avere un design più moderno perché si sviluppa in verticale. Inoltre in commercio sono presenti alcune tipologie di coclee che presentano una doppia lama che facilita la discesa degli ingredienti verso il basso per una migliore spremitura.

Gli estrattori con la coclea a doppio albero orizzontale sono di certo dei modelli più costosi e più lenti rispetto agli altri, ma garantiscono grandi performance e sono in grado di ottenere ottimi risultati per la produzione di pasta fresca e burro.


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: