L'estrattore di succo è il miglior alleato in cucina, nel caso del latte di avena il procedimento è simile alla preparazione di tutti gli altri latti vegetali, tipo quello di mandorla, di nocciole, di cocco, ecc.
È richiesto un ammollo preliminare, in acqua, di alcune ore, per re-idratare la materia prima e la successiva estrazione, alternando l’avena con l’acqua pulita. Otterrai così un latte vegetale fatto in casa che presenta numerosi vantaggi rispetto al latte vegetale confezionato:

  • Non contiene conservanti
  • Non contiene zuccheri raffinati
  • Non è stato pastorizzato, quindi mantiene inalterate tutte le sostanze nutritive
  • E’ sempre fresco, perché lo puoi fare il giorno stesso che ti serve
  • E’ economico, il “costo di produzione” è irrisorio.

Tra le principali proprietà del latte di avena, c’è quella di aiutare a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e i trigliceridi nel sangue.
 Questo perché esso contiene molte fibre che favoriscono la digestione, come il beta-glucano, una fibra solubile che aumenta la flora intestinale.
 Inoltre, il latte d’avena è ricco di carboidrati complessi, ad assorbimento lento, ed è per questo un alimento ideale per le diete.
Oltre a migliorare la digestione, infatti, fa arrivare prima la sensazione di sazietà, favorendo l’effetto dimagrante.
 Tra i latti vegetali, quello d’avena è particolarmente ricco di vitamina E, potassio, e ha un basso contenuto calorico. E’ il cereale più ricco di proteine e di acidi grassi essenziali, come l’acido linoleico.

Scopri altre ricette pensate per chi vuole perdere peso cliccando qui.

Siete allergici o intolleranti al latte vaccino?

Il latte di avena è una valida alternativa. Può essere consumato anche dai celiaci e la sua preparazione risulta semplice da fare in casa!
Sono infatti sufficienti:

  • 200 gr. di fiocchi d’avena
  • 1,5 L. di acqua

In pochi passaggi otterrai una bevanda naturale ideale per esempio per la prima colazione; nella preparazione di biscotti o dolci.
 Essendo il latte di avena già particolarmente dolce puoi utilizzare una minore quantità di dolcificante nelle ricette.


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: