La pianta che origina l'orzo, cereale molto antico e originario dell'Asia, è stata una delle prime ad essere coltivate dall'uomo nel medio oriente, sino all'introduzione del frumento, il più importante cereale odierno. L'orzo oggi viene utilizzato per la produzione della birra, malto, farina e come surrogato del caffè, ma non è così diffuso come gli altri cereali. In commercio possiamo trovarne di diversi tipi: integrale, mondato e perlato distinti per la differente lavorazione del chicco.

Procedimento per la realizzazione

Per godere dei pieni benefici del cereale un'ottima soluzione è quella di prepararsi autonomamente la farina da casa utilizzando un multino a pietra. Il procedimento è molto semplice: grazie all'aiuto del mulino a pietra Waldner Silence che permette di lavorare i cereali senza difficoltà. Basta introdurre i semi dei cereali scelti all'interno del mulino, successivamente sarà necessario regolare il grado di finezza della macinatura tramite l'apposita rotella sul mulino. A questo punto si può procedere con l'avviamento della macchina e attendere il risultato finito.

Proprietà della farina di orzo

L'orzo è un cereale ricco di fibre, proteine, sali minerali e vitamine e assume proprietà emollienti, diuretiche e rimineralizzanti. La farina d'orzo inoltre vanta proprietà antinfiammatorie che agiscono positivamente sul nostro sistema immunitario. L'orzo è uno dei cereali con il più basso indice glicemico, insieme all'avena, che contribuisce a mantenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue. L'orzo quindi viene consigliato a bambini e anziani, ma non solo, anche per le donne in gravidanza riserva dei benefici: l'orzo stimola la produzione di latte, per cui è particolarmente prezioso durante il periodo dell'allattamento. La farina d'orzo non è però adatta per chi soffre di celiachia, poiché al suo interno è presente del glutine. La farina d'orzo non è così diffusa in commercio come quella di frumento, ma il vero motivo è racchiuso nelle sue caratteristiche. Il chicco d'orzo è protetto dalla glumella, un tegumento molto difficile da rimuovere e lavorare.

Se ti è piaciuta questa ricetta prova a dare un'occhiata anche alla preparazione della farina di castagne!


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: