Hai mai detto: “...se l’avessi saputo prima…” ? Beh, questa espressione la userai sicuramente quando scoprirai i molti usi e benefici dell’acqua ozonizzata.

.

Mentre l’ozono viene impiegato ormai con successo per sanificare gli ambienti da virus, batteri, cattivi odori e altri inquinanti. Poco conosciuta è invece l’acqua ozonizzata.

E’ quasi ignorato (o poco conosciuto)
  per esempio, il suo utilizzo come igienizzate per superfici e oggetti. Eppure la sua efficacia è riconosciuta al 99,9% nell’eliminare batteri, virus, spore, funghi, ecc senza avere le controindicazioni tipiche dei prodotti chimici di sintesi, con grossi problemi di residui tossici pericolosi per l’uomo e l’ambiente.

Se vuoi scoprire tutti gli altri usi, continua a leggere; partiamo intanto dal capire cos'è l'acqua ozonizzata...

Cos'è l'Acqua Ozonizzata?

L’acqua ozonizzata si forma già spontaneamente in natura. L’esempio più evidente di questo processo, sono i temporali, in cui il colpo di fulmine trasforma istantaneamente l’acqua piovana (H2O) in acqua ozonizzata.

Non so se ti è mai capitato di passare in un bosco o parco dopo un temporale e di percepire quella sensazione o meglio quell’odore di pulito; ecco tutto questo avviene grazie all’acqua ozonizzata che si è formata durante il temporale attraverso gli impulsi elettrici.

A livello molecolare, l’acqua ozonizzata non è altro che la “normale acqua” nella quale ogni molecola di ossigeno è stata arricchita di un ulteriore atomo. A seguito di questo processo l’ossigeno presente nell’acqua viene potenziato e diventa ozono (O3), uno degli igienizzanti più potenti, efficaci e sicuri esistenti in natura.

Se apparentemente questo processo può sembrare di poco conto o per così dire “innocuo”. A livello intrinseco, l’acqua muta radicalmente, assumendo delle caratteristiche uniche con proprietà igienizzanti e battericide quasi incredibili e diventa in questo modo utile per molti usi della vita quotidiana.

.

Ecco dunque 5 ottimi motivi (con esempi pratici) per cui dovresti usare  l'acqua ozonizzata tutti i giorni al posto di altri prodotti chimici poco sicuri e molto spesso anche costosi…

#1 Sanificazione di Oggetti e Superfici di Varia Natura

La diffusione del Covid-19 (Coronavirus) ha risvegliato nelle persone la questione della sanificazione degli ambienti e delle superfici per cercare di contenere il contagio ed evitare l’infezione. Senza dubbio questa  attenzione verso una maggiore igiene, ha anche posto in evidenza un altro problema collaterale, ovvero l’emissione nell’ambiente di casa di sostanze “inquinanti” usate appunto per tale processo.

Immagina di poter usare l’acqua per disinfettare/igienizzare tutte le superfici della tua cucina, al posto di qualsiasi altro prodotto commerciale di sintesi che contiene molte sostanze, pericolose e/o tossiche anche solo semplicemente respirando l’odore.

Bene con l’acqua ozonizzata è possibile fare tutto questo in totale sicurezza (può essere anche bevuta), non ha controindicazioni o problemi neanche in presenza di bambini o animali domestici. Non lascia nessun tipo residuo e permette un uso costante e frequente senza far correre rischi sia a chi esegue la pulizia sia a chi soggiorna nello stesso ambiente.

Come fare un igienizzante ecologico per tutte le superfici

.

Procedimento

  1. Genera dell'acqua ozonizzata a partire dall'acqua di rubinetto, utilizzando l'apposito dispositivo
  2. All'acqua ozonizzata aggiungi olio essenziale di Tea Tree e lavanda.
  3. Metti la soluzione ottenuta in uno spruzzino trigger vuoto e agita il liquido prima dell'utilizzo.

L'esempio che hai visto sopra, è la base da cui partire per realizzare tutta una serie di prodotti ecologici per la sanitizzazione della casa e degli oggetti di uso comune. Puoi personalizzare i tuoi "detersivi" anche aggiungendo fragranze differneti a piacimento, basta aggiungere  degli oli essenziali, come l'esempio che vedi su questo link.

.

Inoltre l’acqua ozonizzata su vetri e pavimenti ha il piacevole effetto di igienizzare senza lasciare aloni.

Avendo anche un potente effetto sgrassante, l'acqua ozonizzata può essere usanta anche per lavare pentole o stoviglie unte senza utilizzare appunto detersivi.

#2 Lavare in Modo Efficace e Sicuro Frutta e Verdura

La questione del lavare frutta e verdura nel modo corretto è sempre stata un’incognita. Anche se spesso si possono utilizzare dei “coadiuvanti” da aggiungere all’acqua, come bicarbonato, succo di limone, aceto, sale, ecc non abbiamo mai la sicurezza di una pulizia profonda, tanto che, paradossalmente, ci “sentiamo più sicuri” se utilizziamo prodotti chimici per disinfettarla.

Purtroppo, anche se questi prodotti possono sembrare la soluzione migliore, hanno degli effetti collaterali non di poco conto,  primo fra tutti il problema di lasciare residui nella frutta e verdura che mangiamo. Anche se procediamo con un risciacquo accurato, i vegetali comunque “assorbono” in parte queste sostanze chimiche potenzialmente tossiche.

.

Ma se vogliamo essere davvero sicuri di avere frutta e verdura che consumiamo quotidianamente (e che ogni giorno dovrebbe essere presente sulle nostre tavole), priva di residui chimici potenzialmente tossici, dovremmo trovare un’alternativa più efficace e pratica, che ci permetta di mangiare in tutta tranquillità.
.

Ecco dunque che l'acqua ozonizzata, risulta anche in questo caso la soluzione migliore, più affidabile e sicura, in quanto elimina il 99,9% di virus e batteri (compresi Salmonella e Escherichia Coli), elimina i pesticini presenti nella superficie dei vegetali, non altera il sapore dell’acqua e degli alimenti e non lascia residui di alcun genere. Inoltre il lavaggio con acqua ozonizzata "uccide" le spore della muffa che possono trovarsi su alcuni alimenti e allunga, di conseguenza, la conservazione degli alimenti, riducendo gli sprechi alimentari.

Sotto puoi vedere un video di come l'acqua ozonizzata agisca sui vegetali.

Come lavare frutta e verdura con acqua ozonizzata

.

Procedimento

  1. Riempi di acqua un recipiente abbastanza ampio per contenere la frutta e verdura che intendi lavare.
  2. Metti nel recipiente l'apposito accessorio per far gorgogliare l'ozono nell'acqua.
  3. Lascia in funzione il generatore di ozono Aura per 5/10 minuti in modo che l'acqua ozonizzata abbia il tempo di agire.

#3 Igiene Personale

L’uso estetico e di igiene personale dell’acqua ozonizzata ha senza dubbio delle potenzialità interessanti e ancora inesplorate. Si va per esempio dai trattamenti volti al miglioramento dell’acne, alla cura delle dermatiti, fino ad arrivare a contrastare le micosi o il “piede d’atleta”.

Può essere utilizzata per eseguire lavaggi nasali (rinite, raffreddore) sciacqui del cavo oro-faringeo (gengiviti, mal di gola)  e delle parti intime.

In campo tricologico i lavaggi con acqua ozonizzata igienizzano e purificano cute e capelli, riducendo la seborrea e migliorando lo stato dei capelli danneggiati da tinte, piastra, phon e decolorazioni.

Fare impacchi con acqua ozonizzata rende la pelle più luminosa ed elastica.

Ecco un esempio pratico di come l’acqua ozonizzata, ci può tornare utile nella vita quotidiana: appena dopo mangiato, fare degli sciacqui con acqua ozonizzata (a mo di collutorio) riduce drasticamente la carica batterica presente in bocca, eliminando anche i batteri responsabili della carie. Questa pratica elimina in modo efficace e definitivo anche i problemi di alitosi.

Coluttorio naturale fatto in casa a base si acqua ozonizzata

.

Procedimento

  1. Genera dell'acqua ozonizzata a partire dall'acqua di rubinetto, utilizzando l'apposito dispositivo
  2. Nell'acqua ozonizzata appena generata aggiungi le quattro gocce di olio essenziale di eucalipto.
  3. Effettua alcuni sciacqui ripetuti fino a quando non avrai terminato la quantità preparata.

#4 Disinfezione per il Bambino

La disinfezione degli oggetti che usano i bambini in modo abituale e costante è molto importante. Anche qui si presentano delle criticità di varia natura e molto spesso manca qualcosa di pratico e sicuro che ci aiuti in questa fase delicata. In particolare i neonati allattati con biberon oppure che hanno l’abitudine del ciuccio devono averli sempre puliti e disinfettati, soprattutto in questo periodo storico, dove a causa del Covid-19 è richiesta una maggiore attenzione e frequenza d’intervento.

I metodi consigliati come la bollitura, lo sterilizatore elettrico, il forno a microonde e i prodotti chimici, sono spesso macchinosi, richiedono tempo e permettono di disinfettare pochi oggetti alla volta, complicando e quindi allungando questa fase fondamentale per la salute dei più piccoli.

Ecco quindi che l’acqua ozonizzata può risolverci in modo pratico ed efficace un’operazione spesso macchinosa, con vari passaggi che ci fanno perdere molto tempo. Grazie al suo potere ossidante e battericida, l’acqua ozonizzata elimina il 99,9% dei germi che possono causare problemi di salute.

L’azione dell’acqua ozonizzata richiede appena 5 - 10 minuti e ha il vantaggio che puoi mettere tutto assieme in un unico contenitore in ammollo lasciando che l’acqua ozonizzata agisca. Essendo innocua anche che se bevuta, gli oggetti, non vanno risciacquati alla fine del processo e possono quindi restare nel contenitore fino al momento dell’utilizzo. L’aspetto vantaggioso è certamente la praticità d’uso: non occorrono strumenti particolari e cosa importante, non lascia residui di alcun tipo, in quanto l’ozono viene poi convertito in modo spontaneo e naturale in ossigeno (O2).

Come sanificare ciucci, biberon, giochi, ecc in acqua ozonizzata

.

Procedimento

  1. Riempi di acqua un recipiente abbastanza ampio per contenere gli oggetti che intendi sanificare.
  2. Metti nel recipiente l'apposito accessorio per far gorgogliare l'ozono nell'acqua.
  3. Lascia in funzione il generatore di ozono Aura per 5/10 minuti in modo che l'acqua ozonizzata abbia il tempo di agire.

#5 Sanificazione del Bucato

Prova a fare un semplice test:

  1. Prendi un qualsiasi asciugamano piccolo pulito e asciutto

  2. Bagnalo in modo uniforme con acqua e fai assorbire dai tessuti una parte dell’acqua stessa

  3. Strizzalo e raccogli l’acqua in un bicchiere di vetro trasparente


Con tua grande sorpresa scoprirai che l’acqua raccolta nel bicchiere, non sarà limpida (indice di bucato pulito) ma sarà torbida tendente al giallo paglierino.

Tutto questo avviene non solo negli asciugamani, ma in tutta la biancheria che lavi in lavatrice e che indossi costantemente a contatto con la pelle.

Purtroppo un indumento che crediamo pulito e igienizzato praticamente non lo è.

Ecco quindi nascere problemi di allergie e dermatiti che sono maggiormente evidenti e impattanti su pelli delicate e sensibili come quelle dei bambini.

Perché tutto questo accade? Perché la lavatrice non riesce a lavare in profondità la nostra biancheria?

Fondamentalmente è un problema di residui di detersivi e di sporco che la lavatrice nel corso del tempo accumula e i lavaggi a basse temperature non permettono di igienizzare ne la lavatrice ne tantomeno la biancheria.

Altro indice che il bucato non è perfettamente igienizzato è sicuramente l’odore. Se anche dopo il lavaggio e l’asciugatura, percepisci un odore sgradevole, questo è sinonimo di proliferazione batterica e quindi scarsa igiene.

Che fare allora per risolvere alla radice il problema?

La cosa più efficace e pratica da fare è l’utilizzo dell’acqua ozonizzata.

L’acqua ozonizzata non solo igienizza tutti i capi, ma apporta una pulizia profonda anche alla lavatrice, eliminando cattivi odori, residui di sporco e proliferazione batteriche. Senza nessun intervento lungo e difficoltoso, tutte le guarnizioni della lavatrice torneranno perfettamente pulite e questo avrà un evidente benefico anche per la pulizia finale della biancheria.

Altro vantaggio è che potrai effettuare lavaggi completamente a freddo, in quanto l’ozono agisce anche senza l’ausilio del calore. E’ in pratica un sistema che purifica, igienizza e dona freschezza ai capi senza l’impiego di detersivi, additivi e/o ammorbidenti.

In sintesi, Lavare in lavatrice con acqua ozonizzata significa:

  • Neutralizzare i batteri

  • Inattivare i virus

  • Eliminare funghi o spore

  • Togliere ogni odore sgradevole.

 

L’ozono contenuto nell’acqua costituisce a una valida alternativa anche all’ammorbidente, perché inibisce la formazione di elettricità statica, responsabile della rigidità dei capi.

L’acqua ozonizzata è idonea per il lavaggio di qualsiasi capo di biancheria, compreso il delicato corredo dei neonati e la biancheria intima.

Il suo potere igienizzante la rende ideale per lavare gli indumenti sportivi, le parure da letto, i set da bagno, le tende e i tessuti d’arredo.

Come sanificare il bucato in acqua ozonizzata (lavaggio in lavatrice)

.

Procedimento

  1. Collega il dispositivo Sanù alla lavatrice di casa seguendo le istruzioni
  2. Metti il bucato nella lavatrice.
  3. Seleziona il lavaggio breve, (30 minuti) con acqua fredda o max 30° C senza detersivo.
  4. Attendi la fine del ciclo di lavaggio ed effettua la normale asciugatura del bucato.

Ricapitolando...

Abbiamo visto come l’acqua ozonizzata, possa sostituire parecchi prodotti di uso comune, che vanno dai detergenti per la casa e gli oggetti, detersivi per il bucato, fino ad arrivare al collutorio per l’igiene personale.

Se sono evidenti i vantaggio pratici nell’usare l’acqua ozonizzata nella vita quotidiana, va evidenziato anche il beneficio economico, visto che l’autoproduzione casalinga ci evita l’acquisto continuativo di questi prodotti chimici industriali. Ma abbiamo anche un vantaggio economico indiretto, in quanto l’uso dell’acqua ozonizzata, per esempio, per il lavaggio in lavatrice, diminuisce di molto i consumi energetici.

La sicurezza dell’acqua ozonizzata è garantita dal fatto che il processo di produzione avviene in modo naturale e non ci sono residui di alcun tipo, in quanto l’ozono (03) essendo una molecola instabile, viene riconvertito in modo spontaneo in ossigeno (O2) trasformando l’acqua ozonizzata in acqua comune.

Forse uno degli “svantaggi” dell’acqua ozonizzata è proprio il fatto che non si possa stoccare e conservare per un lungo periodo di tempo, ma va sempre preparata e usata sul momento per avere i massimi benefici. Sotto questo punto di vista è importante quindi avere dei disponitivi (ozonizzatori) efficienti ed affidabili, che durino nel tempo per supportare appieno l’ampio utilizzo di quest’acqua.

.

Ricordiamo che l’ozono è una fra le molecole più studiate, sia in campo medico che industriale. Può essere usato in moltissime attività umane, animali e vegetali per migliorarne la qualità e la salute. Inoltre è il più efficace battericida e virucida esistente sulla terra e viene usato per distruggere alghe, funghi, pesticidi, metalli pesanti, nitrati, nitriti ecc
.

Pur essendo un elemento noto fin dal XIX secolo, solo dagli anni 90 si è approdati ai suoi più fini meccanismi di azione in campo medico con un ampio successo nell’ossigeno-ozono terapia. Nel Luglio 1996 con Protocollo n. 24482, il Ministero della Sanità ha riconosciuto l’ozono come “Presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti”.

L’azione germicida dell’ozono si fonda sulla sua elevata capacità di ossidazione diretta; grazie a questa proprietà tutte le strutture macro molecolari delle cellule microbiche e non (muffe, funghi, lieviti, alghe, ecc.) vengono profondamente alterate ed inattivate.

Non esiste specie microbica che resista anche se produce spore o cisti. In ogni caso l’azione germicida è rapida, completa e senza residui secondari. Viene ormai usato da tempo, ottengono eccellenti risultati, anche nella prevenzione della contaminazione idrica da Legionella e da molte altre specie di batteri resistenti al Cloro.

Leggi anche...

Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore emai per ricevere comodamente sulla tua casella di posta: nuove ricette, ricettari e contenuti utili riservati agli iscritti.

Condividi!

Commenti

I Più Letti

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy.