Pressione alta come abbassarla senza uso di farmaci. Rispondiamo a questa precisa domanda: è davvero possibile abbassare la pressione arteriosa in modo naturale?

Pressione alta valori

Quando la pressione supera 140 mmHg (sistolica) di massima e 90 mmHg (diastolica) di minima per un lungo periodo, quindi quando è accertato che c'è uno stato di ipertensione arteriosa è necessario l'intervento dei farmaci, ossia si inizia una terapia farmacologica dopo un certo tempo di cambiamento per così dire consolidato.

Pressione alta come abbassarla senza uso di farmaci

In realtà esiste la possibilità di abbassare la pressione senza l'utilizzo di farmaci; non in tutte le circostanze ovviamente.

Anche perché, quando si inizia un trattamento farmacologico per la pressione arteriosa, è molto difficile poi interromperlo, per cui, da quel momento in poi il farmaco va preso a vita.

Quindi bisogna essere estremamente certi e averle per così dire “provate tutte”, prima di intraprendere questo tipo di cura.

Cosa dicono le linee guida internazionali

Ci sono dei provvedimenti non farmacologici efficaci, tra l'altro, consigliati anche dalle linee guida internazionali, per la cura dell'ipertensione.

Anzi, sono le stesse linee guida, che ci consigliano, prima di iniziare un trattamento farmacologico, a meno che non ci siano casi eclatanti di gravi crisi ipertensive o di valori estremamente elevati, (ricordiamo che una diagnosi di ipertensione arteriosa ha valori sopra i 140 e sopra i 90 di minima, costantemente) di adottare questi tipi di provvedimenti.

Le linee guida europee per il trattamento dell’ipertensione arteriosa (documento del Comitato della Società Europea dell’Ipertensione) parlano principalmente di stile di vita da adottare e in particolare:

  1. La regola numero è non essere obesi o in sovrappeso.

    Allo stesso modo diminuire di peso, riduce inevitabilmente anche la pressione arteriosa di parecchi mm di mercurio. In caso di sovrappeso o obesità è quindi opportuno intraprendere il prima possibile una dieta personalizzata con regime ipocalorico.

  2. Fai attività fisica moderata.

    Trenta minuti di camminata a passo veloce (circa 7.000 passi) un giorno sì e un giorno no.  Chiaramente a passo veloce non significa correre, ma significa mantenere un’andatura superiore alla normale camminata che facciamo di solito.

  3. Riduci e/o elimina i super alcolici.

    L’eccesso di alcool induce inevitabilmente a lungo andare un rialzo pressorio.
    .
  4. Riduci il sale.

    Nel cloruro di sodio, ovvero il comune sale da cucina, non è tanto il cloro a far “male” ma è il sodio che tende a far alzare la pressione.
    .
    Qual’è la quantità massima di sale da assumere durante una giornata?
    La quantità massima è di 5 grammi,  più o meno un cucchiaino da tè.
    Tanto per fare un esempio, una pizza margherita raggiunge già quasi i tre quarti di questa quantità raccomandata.

    Purtroppo non immaginiamo neanche quanto sia presente il sale da cucina nelle altre pietanze e quanto presto si riesca a superare questa soglia che il nostro corpo può tollerare dal punto di vista alimentare.

  5. Evita di fumare.

    Il fumo di sigaretta, sicuramente contribuisce ad alzare la pressione per cui è davvero un controsenso prendere farmaci antipertensivi e continuare a fumare. La nicotina e molti altri prodotti deleteri del fumo, sicuramente aumentano la pressione arteriosa.

Pressione alta rimedi naturali

Tolti i fattori di rischio che abbiamo citato sopra: sovrappeso, sedentarietà, sale da cucina, fumo di sigaretta e superalcolici; la pressione quasi fisiologicamente si dovrebbe abbassare, ma se tutto questo non dovesse essere sufficiente esistono dei "rimedi naturali" che possono essere davvero efficaci:

  • Assumi più magnesio e potassio.
    Questi due minerali hanno la capacità di generare un abbassamento della pressione, contrastando rispettivamente altri due minerali che in realtà l'aumentano, cioè il sodio ed il calcio quindi controbattendo la loro attività hanno dimostrato un calo della pressione davvero importante, dell’ordine di due o tre millimetri di mercurio. Tieni presente che una riduzione di 2 o 3 millimetri di mercurio produce un beneficio di abbassamento del rischio di malattie cardiovascolari del 10%.

    Il magnesio e il potassio si trovano abbondantemente nella frutta e nella verdura o eventualmente attraverso degli integratori naturali
    Quando con l'alimentazione non riusciamo a far fronte a questa richiesta,  gli integratori  sono strettamente necessari.

  • Assumi più fibra solubile.
    L’organizzazione mondiale della sanità ricorda che durante il giorno dobbiamo assumere almeno 30 grammi di fibre.
    Le fibre sono contenute nei vegetali e soprattutto nella frutta, nei cereali integrali e nei legumi.

    Le fribre solubili hanno la capacità di ridurre la pressione arteriosa di qualche millimetro di mercurio, quindi sono molto efficaci.

    Qual'è il modo più pratico, veloce, ed efficace per assumere più fibre solubili?
    Sicuramente bere succhi vivi di frutta e verdura!
    Utilizzando un estrattore di succo di qualità, ricaviamo già la giusta quantità necessaria di fibra solubile per il nostro organismo, in modo più facile rispetto a mangiare della frutta e verdura.

    In particolare andrebbe aumentata una particolare fibra chiamata beta-glucano contenuto principalmente nell'avena. Allo stesso modo, sempre con l'estrattore di succo, puoi fare in casa del prezioso latte d'avena che va tranquillamente a sostiruire il latte tradizionale, in modo da garantirti, già al mattino una giusta quantità di beta-glucani utili contro la pressione alta.

  • Sostituisci il sale da cucina con l'acqua di mare purificata

    E' inutile girarci intorno, la quantità di 5 gr di sale al giorno è facilmente raggiungibile e superabile. Quindi l'unico metodo efficace che abbiamo è abbandonare l'uso del comune sale da cucina.

    In commercio esistono diversi sostituti del sale, ma sicuramente quello più efficace e senza controindicazione è solo l'acqua di mare.
    L'acqua di mare contiene naturalmente poco sodio, mantenento però la sapidità tipica del sale da cucina.
    E' adatta quindi non solo per cuinare per esempio la pasta, ma può sostituire il sale in qualsiasi tipo di impasto, come pane e pizza ad esempio.

    Oltre a questi benefici contiene una vasta gamma di minerali e oligoelementi, tutti presenti naturalmente e facilmente assimilabili dal nostro organismo.
    Contiene naturalmente anche grandi quantità di magnesio e potassio che come abbiamo visto sono due minerali fondamentali per abbassare la pressione.

    L'utilizzo dell'acqua di mare purificata è quindi molto consigliato e permette di evitare anche l'uso di eventuali integratori a base di magnesio e potassio.


Ricapitolando...

Abbiamo visto che i provvedimenti non farmacologici vengono consigliati dalle stesse linee guida internazionali e sono uno "strumento" efficace per contrastare l'ipertensione artediosa. 

Prima di assumere la terapia antipertensiva ti consigliamo, ovviamente sempre sotto controllo medico, di provare i così detti "rimedi naturali" che comunque non presentano controindicazioni.

In particolare ti consigliamo l'uso del latte di avena fatto in casa. Studi hanno dimostrato che anche solo con 3 grammi di avena al giorno, c'è un notevole abbassamento della pressione e una riduzione quindi del rischio di malattie cardiovascolari.

Poi sfrutta le proprietà dell'acqua di mare purificata che, come abbiamo visto, è un ottimo sostituto del sale da cucina, ma allo stesso tempo funge anche da "integratore naturale" di magnesio e potassio.

Se segui questi consigli sarà assolutamente impressionante vedere come sia possibile abbassare la pressione senza l'uso di farmaci, anche perchè, ti ricordo ancora una volta, che un farmaco antipertensivo quando è assunto per la prima volta va preso per sempre.

Leggi anche...

Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore emai per ricevere comodamente sulla tua casella di posta: nuove ricette, ricettari e contenuti utili riservati agli iscritti.

Condividi!

Commenti

I Più Letti

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy.