Tosse secca o grassa? Lo sapevi che il succo d’ananas è cinque volte più efficace degli sciroppi contro la tosse e funziona come mucolitico naturale?

Molto spesso, corriamo in farmacia in cerca di sciroppi per combattere la tosse, senza sapere che potremmo avere in casa un rimedio naturale e realmente efficace: l’ananas.

.

E' merito della Bromelina...

La Bromelina contenuta principalmente nel gambo "pseudo legnoso" dell'ananas, (quindi, la parte più dura, non va assolutamente scartata, ma va inserita assieme alla polpa nell'estrattore di succo), 
agisce come mucolitico e decongestionante delle mucose, grazie alla capacità di fluidificare e ridurre le secrezioni bronchiali, come dimostrato dal miglioramento della funzionalità polmonare dopo trattamento con tale sostanza, in pazienti sottoposti a esame spirometrico.


Effetti positivi dopo trattamento con Bromelina sono stati riscontrati in esperimenti su topi affetti da asma acuta, con  riduzione della reattività delle vie aeree e di marcatori dell’infiammazione polmonare.

.

Studi clinici dimostrano come il trattamento con Bromelina sia in grado di ridurre la durata dei sintomi in pazienti affetti da tosse secca o grassa, rispetto alle terapie standard, soprattutto in età infantile.


Per queste proprietà la Bromelina trova indicazione nel trattamento di infiammazioni a carico di orecchio e naso e nel mal di gola, anche nelle forme infiammatorie croniche o recidivanti, dove garantisce sicurezza di impiego, al contrario di cortisonici o Fans che nel lungo periodo possono determinare spiacevoli effetti collaterali.

Ricetta per fare in casa lo sciroppo mucolitico naturare

Ingredienti:

  • 2 fette di ananas intere (compresa parte dura centrale)
  • 1 limone
  • 2 cm di radice di zenzero
  • 1/2 cucchiaino di pepe di Cayenna (non indicato per i bambini)

Procedimento:

  1. Taglia a pezzettini le due fette di ananas in modo da non “affaticare” l’estrattore di succo.

  2. Pela il limone al vivo, conservando il più possibile la parte bianca, chiamata albedo.

  3. Se vuoi un succo meno aromatico, pela lo zenzero togliendo la scorza.

  4. Inserisci gli ingredienti nell’estrattore; parti con il limone, l’ananas e infine lo zenzero.


  5. Nel succo ottenuto, aggiungi il cucchiaino di pepe di Cayenna (non aggiungerlo se lo fai bere ad un bambino).

  6. Mescola bene il tutto e bevi immediatamente anche nel corso della giornata o quando la tosse è più intensa: per rendere lo sciroppo mucolitico più efficace, assumilo con regolarità!

.

Proprietà nutrizionali

Nonostante la sua dolcezza, l’ananas è un frutto dal contributo calorico modesto: 50kcal per 100g.


Per 100 grammi di frutto il contenuto di grassi è trascurabile, quello di proteine modesto (4g), mentre gli zuccheri sono circa 13g, di cui 1,5g di fibra, 6g di saccarosio, 2g di fruttosio e 1,7g di glucosio. 

L’indice glicemico è basso, circa 3.

Molto elevato il contenuto di vitamina C, circa 50mg pari all’80% del fabbisogno giornaliero, di tiamina (vitamina B1) con 0,1mg, vitamina B6 con 0,1mg e folati con 18mcg. 


.

Tra i minerali è abbondante il manganese, 0,9mg, essenziale per il benessere delle ossa, componente indispensabile per il funzionamento di numerosi enzimi, coinvolto nel metabolismo del glucosio, nell’azione della vitamina B1 e nell’azione di diversi tipi di RNA.

.

Discreto il contenuto di rame, attorno a 0.1mg, minerale importante per la funzione di numerosi enzimi tra cui le superosssido dismutasi 1 e 3, essenziali nella protezione dai radicali liberi.

.

Probabilmente l’uso terapeutico più antico dell’ananas e dei suoi estratti è stato quello legato alla digestione, particolarmente di pasti ricchi di proteine.

Studi clinici ne hanno confermato una discreta efficacia nel coadiuvare i processi digestivi, evidenziando inoltre una modesta attività nel ridurre dispepsia in soggetti con infezione da Helicobacter pylori e una riduzione dei sintomi dell’infiammazione del colon, in esperimenti su topi, che potrebbero suggerirne l’uso nel trattamento dei soggetti affetti da Sindrome del Colon Irritabile.

.

Proprietà antinfiammatorie: la bromelina pare in grado di legarsi a recettori di superficie dei linfociti-T che rispondono a segnali proinfiammatori.

Il legame della bromelina con questi recettori interrompe la catena di segnalazione svolgendo così azione antinfiammatoria.
Alcuni studi hanno mostrato una certa capacità nel trattare l’osteoartrite del ginocchio, dolori ed edema conseguenti a trattamenti chirurgici e dolori muscolari dopo intenso esercizio fisico, specie se di natura eccentrica, come sci o corse in discesa

Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore emai per ricevere comodamente sulla tua casella di posta: nuove ricette, ricettari e contenuti utili riservati agli iscritti.

Leggi anche...

Condividi!

Commenti

I Più Letti

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy.