Lo sapevi che il succo d’ananas è 5 volte più efficace degli sciroppi contro la tosse e funziona come mucolitico naturale?

Molto spesso, corriamo in farmacia in cerca di sciroppi per combattere la tosse, senza sapere che potremmo avere in casa un rimedio naturale efficace: l’ananas.

Ecco perchè.
Secondo studi e ricerche, l’ananas insieme ad altri ingredienti che trovi in questa ricetta, è un rimedio 5 volte più efficace degli sciroppi mucolitici per sciogliere il muco, i catarri, per combattere la tosse e persino la sinusite: un vero e proprio sciroppo fluidificante naturale.
Inoltre, secondo alcuni esperimenti questo frutto tropicale è risultato efficace addirittura nel dare sollievo ai pazienti affetti da tubercolosi.

Il motivo principale per cui l’ananas è efficace nel tenere a bada la tosse sta nel fatto che questo frutto contiene la bromelina, un'importante enzima che “risulta particolarmente efficace nel trattamento degli stati infiammatori dei tessuti molli” e, oltre ad essere un naturalissimo mucolitico efficace, aiuta la digestione.

La bromelina è contenuta principalmente nel gambo "pseudo legnoso" dell'anans, quindi, la parte più dura, non va assolutamente scartata, ma va inserita assieme alla polpa nell'estrattore di succo. 


Ingredienti dello sciroppo naturale

  • 2 fette di ananas intere (compresa parte dura centrale)
  • 1 limone
  • 2 cm di radice di zenzero
  • 1cucchiaio di miele
  • 1/2 cucchiaino di pepe di Cayenna (non indicato per i bambini)

Procedimento per la realizzazione

1. Taglia a pezzettini le due fette di ananas in modo da non “affaticare” l’estrattore.

2. Pela il limone al vivo, conservando il più possibile la parte bianca, chiamata albedo.

3. Se vuoi un succo meno aromatico, pela lo zenzero togliendo la scorza.

4. Inserisci gli ingredienti nell’estrattore di succo; parti con il limone, l’ananas e infine lo zenzero.
 *Opzionale: per far uscire tutte le fibre dall’interno dell’estrattore, alla fine dell’estrazione inserisci una carota intera.

5. Nel succo ottenuto, aggiungi il cucchiaio di miele (per la tosse è consigliato il miele di castagno, ma va bene qualsiasi tipo di miele a seconda delle preferenze) e il cucchiaino di pepe di Cayenna.

6. Mescola bene il tutto e bevi immediatamente anche nel corso della giornata o quando la tosse è più intensa: per rendere lo sciroppo mucolitico più efficace, assumilo con regolarità!

Proprietà nutrizionali dello sciroppo espettorante mucolitico naturale contro la tosse

Ananas

Nonostante la sua dolcezza, l’ananas è un frutto dal contributo calorico modesto: 50kcal per 100g.
Per 100 grammi di frutto il contenuto di grassi è trascurabile, quello di proteine modesto (4g), mentre gli zuccheri sono circa 13g, di cui 1,5g di fibra, 6g di saccarosio, 2g di fruttosio e 1,7g di glucosio. 
L’indice glicemico è basso, circa 3.

Molto elevato il contenuto di vitamina C, circa 50mg pari all’80% del fabbisogno giornaliero, di tiamina (vitamina B1) con 0,1mg, vitamina B6 con 0,1mg e folati con 18mcg. 
Tra i minerali è abbondante il manganese, 0,9mg, essenziale per il benessere delle ossa, componente indispensabile per il funzionamento di numerosi enzimi, coinvolto nel metabolismo del glucosio, nell’azione della vitamina B1 e nell’azione di diversi tipi di RNA.
Discreto il contenuto di rame, attorno a 0.1mg, minerale importante per la funzione di numerosi enzimi tra cui le superosssido dismutasi 1 e 3, essenziali nella protezione dai radicali liberi.

Ananas e salute: la bromelina

Al di là del buon contenuto in vitamine e minerali la maggior parte delle virtù terapeutiche dell’ananas di cui si diceva sono dovute alla bromelina, una miscela di diversi enzimi, peptidasi,glucosidasi, cellulasi con glicoproteine e inibitori proteici.

Questa miscela ha un’importante azione enzimatica su specifici legami peptidici, i legami che uniscono gli aminoacidi a formare proteine. 
La bromelina si trova sia nel gambo dell’Ananas, sia nei frutti, specie se immaturi, in quantità variabili e con composizione differente. (1), (2)
La bromelina è invece completamente assente nel frutto conservato o disidratato, che perde quindi gran parte delle sue virtù nutrizionali.

La ricerca sulle possibili applicazioni della bromelina in campo preventivo e terapeutico si è mossa in molteplici direzioni, testimoniando l’interesse suscitato da questo alimento. (3), (4), (5)

Digestione

Probabilmente l’uso terapeutico più antico dell’ananas e dei suoi estratti è stato quello legato alla digestione, particolarmente di pasti ricchi di proteine. Pare infatti che aztechi e maya utilizzassero il succo di ananas per intenerire la carne della cacciagione più coriacea. Studi clinici ne hanno confermato una discreta efficacia nel coadiuvare i processi digestivi, evidenziando inoltre una modesta attività nel ridurre dispepsia in soggetti con infezione da Helicobacter pylori e una riduzione dei sintomi dell’infiammazione del colon, in esperimenti su topi, che potrebbero suggerirne l’uso nel trattamento dei soggetti affetti da Sindrome del Colon Irritabile. (6) Proprietà antinfiammatorie La bromelina pare in grado di legarsi a recettori di superficie dei linfociti-T che rispondono a segnali proinfiammatori. Il legame della bromelina con questi recettori interrompe la catena di segnalazione svolgendo così azione antinfiammatoria. Alcuni studi hanno mostrato una certa capacità nel trattare l’osteoartrite del ginocchio, dolori ed edema conseguenti a trattamenti chirurgici e dolori muscolari dopo intenso esercizio fisico, specie se di natura eccentrica, come sci o corse in discesa


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: