Forse la più buona e apprezzata, la marmellata di ciliegie è senza dubbio la regina delle conserve di giugno.

Hai pochissimo tempo per preparala, infatti la ciliegia si trova di stagione sono per quattro settimane: da fine maggio fino a fine giugno.

Approfitta quindi di questo breve lasco di tempo per fare la tua scorta personale di confettura, che potrai così gustare più in la nel tempo.

Come per le altre composte preparate in precedenza (fragola, arancia e melagrana) anche in questa ricetta utilizzeremo la nostra “tecnica segreta” con l’estrattore di succo per accorciare notevolmente i tempi di preparazione.

Anche in questo caso so a cosa stai pensando: che scocciatura denocciolare le ciliegie!

Fortunatamente per te, anche qui utilizzeremo una “tecnica speciale”, per denocciolarle in modo pratico e veloce, ma sopratutto senza sporcare.

Guarda il video sotto:

Bene, ora che la denocciolatura delle ciliegie non è più un problema, affrontiamo la questione dello zucchero.

Lo zucchero raffinano è considerato un vero e proprio “veleno” del nostro secolo.

Il Prof. Franco Berrino sconsiglia di aggiungere il saccarosio (zucchero comune) alle nostre ricette. Negli Stati Uniti è fra le principali cause di obesità.

Meglio sfruttare gli zuccheri naturalmente presenti nella frutta, che sono bio-compatibili con il nostro organismo e non vanno ad alterare la glicemia.

Con particolari accorgimenti ottieni ottimi risultati sia in termini di sapore che conservazione del prodotto nel tempo.

Spalmata semplicemente a colazione sul pane integrale o aggiunta a cucchiaiate nello yogurt bianco per dare sapore o ancora per farcire le crostate, la marmellata di ciliegie darà un tocco in più alle tue preparazioni.

Non perdiamo altro tempo e veniamo subito alla ricetta di questa squisita confettura.

Ingredienti della marmellata di ciliegie

1 kg di ciliegie

3 cucchiaini di stevia base (dolcificante naturale)

1 limone

1 mela

1 cucchiaino di cannella in polvere

7 gr. di agar agar (addensante naturale)

Procedimento per la realizzazione

Denocciola le ciliegie come spiegato in precedenza.

Pela a vivo il limone, mantenendo il più possibile della parte bianca (albedo) e taglialo a metà

Taglia la mela in spicchi ed elimina i semi.

Inserisci nell'estrattore di succo gli ingredienti nel seguente ordine:

a) ciliegie denocciolate, b) limone, c) mela.

Nel succo ottenuto, aggiungi la stevia e l'agar agar.

Non gettare gli scarti! Mettili da parte ti serviranno dopo.

Metti il succo in un tegame dai bordi alti.

Porta ad ebollizione il succo mescolando di continuo con un cucchiaio di legno, finchè inizierà ad addensarsi.

A questo punto aggiungi al succo gli avanzi dell'estrazione e amalgama il tutto. Cuoci per circa 20 minuti.

Nel frattempo sterilizza i vasetti in modo semplicissimo: mettili in forno caldo per circa 20 minuti senza coperchio.

Quando la consistenza ti sembra quella giusta, fai la prova piattino per verificare se è pronta, versando mezzo cucchiaino di marmellata su un piatto e inclinandolo: non dovrà colare velocemente, ma tendere a rapprendersi.

A questo punto aggiungi la cannella e mescola bene.

Travasa la marmellata ancora bollente nei vasetti sterilizzati.

Chiudi subito i vasetti con gli appositi coperchi e capovolgili a testa in giù.

Lasciali raffreddare in questa posizione per creare il sottovuoto.

Perché usare un estrattore di succo per fare la marmellata di ciliegie?

Può sembrare una banalità, ma separare semplicemente il succo dalla polpa e portare in cottura prima il succo, fa risparmiare un bel po' di tempo.

In termini pratici, sperimentando anche diversi tipi marmellata, per esempio quella di fragole, il tempo risparmiato è di circa un'ora.

E' un aspetto non trascurabile. Se consideriamo diversi fattori, non per ultimo quello energetico, ci porta notevoli vantaggi.

Oltretutto otteniamo risultati migliori: perché il problema più grosso delle marmellate fatte in casa è proprio quello di farle addensare. 

Con quesa tecnica adiamo ad agire direttamente sulla parte liquida in prima battuta, aiutati anche dall'agar agar e dal succo di mela, faremo addensare molto più facilmente la nostra confettura.

Infine abbiamo aggiunto in ultima battuta la cannella in polvere, per dare un tocco speziato alla nostra marmellata che non gusta mai. La cannella inoltre, assieme al limone, funge anche da conservante naturale, in sostituzione dello zucchero raffinato.


Vuoi ricevere contenuti esclusivi e nuove ricette?

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email per ricevere comodamente sulla tua casella di posta, nuove ricette e contenuti esclusivi dedicati agli iscritti.

.

Il tuo nome:    Indirizzo email: